DAL MONDO12:53 - 24 maggio 2010

Giamaica, stato di emergenza a Kingston

La Giamaica ha dichiarato ieri lo stato di emergenza in due distretti di Kingston

di Greta Privitera
<p>Giamaica, stato di emergenza a Kingston</p>
PHOTO GETTY IMAGES

La Giamaica ha dichiarato ieri lo stato di emergenza in due distretti di Kingston, la capitale, dopo che delle stazioni di polizia sono state assalite con armi da fuoco e ordigni incendiari da sospetti sostenitori di due boss del traffico di droga che rischiano l'estradizione negli Stati Uniti. Un poliziotto è rimasto ferito.

Il nome del boss è Christopher Dudus Coke a cui il governo ha chiesto di arrendersi per rispondere alla richiesta di estradizione americana per traffico di cocaina e altre accuse riguardanti l'uso di armi.

La tensione è salita nel Paese dopo che la scorsa settimana il primo ministro giamaicano Bruce Golding ha annunciato di voler estradare Coke che, secondo gli inquirenti americani, è il leader del gruppo Shower Posse, ritenuto anche responsabile di centinaia di omicidi durante le guerre di cocaina degli anni '80.

La Giamaica ha deciso nelle ultime settimane di accettare la richiesta di estradizione visto che era condizione necessaria per l'accesso a un prestito di 1,27 miliardi di dollari da parte del Fondo monetario internazionale.

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).