DAL MONDO16:10 - 27 maggio 2010

New York, pubblicità anti-islam sugli autobus

Pubblicità contro l'islam fa scandalo a New York

di Giulia Pacchioli
<p>New York, pubblicità anti-islam sugli autobus</p>

«Vuoi lasciare l'Islam? Hai una fatwa sulla testa? La tua famiglia ti minaccia? Hai domande? Ecco le risposte!». Via libera alla campagna pubblicitaria politicamente scorretta per il sito RefugefromIslam.com ideata dalla blogger Pamela Geller, 51 anni, attivista alla guida dell'organizzazione newyorkese «Stop all'islamizzazione d'America» e in prima linea contro la costruzione della moschea vicino a Ground Zero.

Queste frasi, approvate dopo un dibattito interno alla Metropolitan Transportation Authority, saranno stampate sugli autobus di New York per un mese (ma sono previste campagne simili in altre 30 città americane come Denver e Detroit).

L'operazione pubblicitaria è costata circa 10mila dollari, raccolti tra i lettori del blog e attivisti dell'associazione.

La campagna era iniziata il 14 maggio a Miami ma fu subito interrotta in via cautelativa dopo le segnalazioni di alcuni cittadini musulmani. L'autorità preposta alle autorizzazioni, invece, ha deciso che: «Anche se possono essere considerate offensive da parte di alcuni, le frasi non rientrano nelle linee guida generali che autorizzano la loro rimozione».

«L'intento degli annunci - ha spiegato Geller al Miami Herald, il giornale che per primo ha seguito la notizia - è quello di contribuire a fornire aiuto e risorse per i musulmani che temono di lasciare la propria fede. Non diciamo "Lascia l'Islam" ma "Vuoi lasciare l'Islam?" con il punto interrogativo».

Glenn Smith, professore alla California Western School of Law di San Diego, ha spiegato che discriminare gli annunci può essere un precedente pericoloso per il Primo Emendamento: «I giudici hanno stabilito che il primo emendamento consente agli americani di esternare un sacco di messaggi poco illuminati e discutibili».

> Secondo voi è un'offesa alla religione islamica? Commenta

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).