DALL'ITALIA15:47 - 28 maggio 2010

Restivo ha colpito Elisa Claps 13 volte perché l'ha rifiutato

L'uomo è accusato di omicidio volontario

di Tamara Ferrari
<p>Restivo ha colpito Elisa Claps 13 volte perché l'ha
rifiutato</p>

Tredici colpi al torace inflitti con un'arma da taglio. Così, secondo la Procura di Potenza, Danilo Restivo ha ucciso Elisa Claps, la sedicenne scomparsa dalla città lucana il 12 settembre del 1993 e ritrovata morta nella chiesa della SS. Trinità diciassette anni dopo. Danilo Restivo, che al momento è in carcere in Inghilterra con l'accusa di aver ucciso la sua vicina di casa Heather Barnett, è accusato di omicidio volontario.

A confermare la notizia è stato il Procuratore generale di Salerno Lucio di Pietro, che ha aggiunto che Restivo uccise Elisa Claps «dopo un approccio sessuale rifiutato dalla ragazza». Dopo averla colpita, ha poi detto il magistrato, «Restivo l'ha trascinata in un angolo del sottotetto della chiesa della santissima trinità e ha coperto il cadavere con materiale di vario tipo, fra cui tegole e materiale di risulta».

Il procuratore Di Pietro ha anche precisato che Elisa Claps è morta il giorno stesso della sua scomparsa. «Restivo è stato l'ultima a vederla», ha detto il magistrato, «ha commesso il fatto per motivi abbietti e ha agito con crudeltà». Ai giornalisti che glielo chiedevano, Di Pietro ha poi confermato che «il corpo di Elisa è sempre rimasto nel sottotetto, dove poi è stato ritrovato» e che si stanno facendo verifiche per capire chi ha scoperto il corpo di Elisa, che al momento del ritrovamento ufficiale, lo scorso 17 marzo, non era più sotto le tegole e i materiali con i quali Restivo l'aveva occultato.

La Procura ha quindi confermato che è stato chiesta una estradizione temporanea di Danilo restivo e che «saranno presi contatti prima del 24 settembre (data in cui l'uomo dovrà comparire davanti al tribunale inglese per il delitto di Heather Barnett) e saranno stabiliti tempi e modi di gestione dei due procedimenti.

La magistratura di Salerno ha un anno di tempo per completare la fase delle indagini preliminari senza che Restivo venga rimesso in libertà, prima della richiesta di rinvio a giudizio e dell'avvio del dibattimento processuale».

> Caso Claps, arrestato Danilo Restivo

> L'autopsia, Claps accoltellata e soffocata

> Caso Claps, Restivo sospettato di altri delitti

> Caso Claps, nessuna prova dello stupro

LEGGI LE ALTRE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).