DAL MONDO17:47 - 31 maggio 2010

Arriva il Facebook per musulmani

Dopo l'addio al social network, nasce una piattaforma che piace all'Islam di Pakistan e Bangladesh

di Ferdinando Cotugno
<p>Arriva il Facebook per musulmani</p>

La secessione dei musulmani da Facebook. Prima il Pakistan, poi il Bangladesh: l'anarchia generalizzata che si respira sul sito piace poco all'Islam radicale, con i governi dei due Paesi che hanno bloccato l'accesso al social network: la colpa è di un concorso per immagini del Profeta Maometto (che l'Islam impedisce di raffigurare).

E subito qualcuno ha visto nel conflitto un'opportunità di business. In pochi giorni è stato messo su il Facebook per musulmani. Si chiama MillatFacebook (Facebook della Nazione in lingua Urdu), è stato sviluppato da un gruppo di informatici pakistani. A pochi giorni dal lancio conta già 8mila iscritti, anche se il bacino potenziale è di più di 1 miliardo di utenti. Graficamente, è identico alla sua versione più laica e famosa, con funzioni simili, anche se più limitate.

Ma sono le regole a essere diverse, una sorta di sharia virtuale per non urtare i sentimenti di chi applica il Corano alla lettera, regole che partono dalla non rappresentabilità del Profeta e che verranno definite di volta in volta. La beffa? I programmatori hanno promesso un sistema di contatti molto più rispettoso della privacy degli utenti.

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).