DAL MONDO08:13 - 07 maggio 2010

Elezioni inglesi: vince Cameron, ma sarà primo ministro?

Tory in vantaggio, sconfitta Labour

di staff Style.it
<p>Elezioni inglesi: vince Cameron, ma sarà primo ministro?</p>
PHOTO GETTY IMAGES

I Tory, il partito dei conservatori inglesi, diventa il primo della Gran Bretagna. Guidati da David Cameron hanno inflitto una dura sconfitta politica ai laburisti dell'attuale primo ministro Gordon Brown. Si tratta però di un successo parziale. Infatti, per formare un governo di maggioranza occorrono 326 deputati nel parlamento che ne conta 650. E da solo il partito di Cameron non li ha.

 

Mentre proseguono gli scrutini sembra confermata la tendenza degli exit pool: 305 seggi ai conservatori. Troppo pochi. Di contro, il Labour Party ne conquisterebbe 255.


Diventa così determinante la terza forza della politica inglese, i liberal-democratici di Nick Clegg, che dovrebbero aggiudicarsi tra i 59 e i 61 seggi. Attenzione però mentre Cameron ha escluso un'alleanza con loro, la ritiene possibile Gordon Brown che pur di rimanere primo ministro a Downing Street, potrebbe stringere un inedito accordo politico. Peccato però che iliberal-democratici peraccettare vorrebbero in cambio proprio l'esclusiove di Brown.

Ma non è finita, potrebbero rivelarsi utili anche i seggi di quel drappello di deputati «regionali» dell'Irlanda del Nord, del Galles e della Scozia, che gli exit pool stimano intorno ai 27-29 in parlamento. Dunque al momento in Inghilterra regna l'incertezza. E i mercati finanziari non la prenderanno bene.

Per chi fosse interessato ai dati sullo spoglio minuto per minuto: Times on line

LEGGI ANCHE SUI MERCATI FINANZIARI E LA CRISI IN GRECIA


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).