DALL'ITALIA16:50 - 03 luglio 2010

Il marito della spia russa: "Sospettavo qualcosa"

L'uomo: "Ho capito che Anna mi nascondeva qualcosa quando ho incontrato il mio ex suocero"

di Angelo Sarasi
<p>Il marito della spia russa: "Sospettavo qualcosa"</p>
PHOTO LAPRESSE

Per quattro anni, dal 2002 al 2006, è stato suo marito, e il sospetto che Anna Kushchenko, la più avvenente delle 11 spie russe arrestate dalll'Fbi tra il New Jersey, New York e Washington, nascondesse qualcosa di segreto in fondo lo ha sempre avuto. Sin da quando, in occasione del matrimonio celebrato a Mosca, ha conosciuto il suocero.

"Era circondato dalle guardie del corpo, mi tempestava di domande - ha raccontato ai servizi segreti britannici che lo hanno convocato a Londra -, adesso lavora al ministero degli esteri russo ma in passato ha fatto la spia per conto del Kgb. Me lo disse Anna". La loro relazione si mantenne serena per almeno due anni, poi Anna, secondo il racconto dell'ex marito, 30 anni, che si sta per specializzare in psichiatria, cambiò radicalmente.

"Ha cominciato ad andare agli appuntamenti mondani, alle prime dei film, a uscire con connazionali ricchi, divenne molto arrogante, tra noi si ruppe qualcosa". Il progetto di avere un figlio fu accantonato e la 28enne, che come attività di copertura vendeva appartamenti on line nel centro di New York, emigrò negli Stati Uniti. I due ex coniugi continuarono a mantenersi in contatto via mail e al telefono. Ora Anna attende l'interrogatorio del prossimo 27 luglio.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).