DALL'ITALIA12:17 - 07 luglio 2010

Terremoto, corteo di Aquilani a Roma: scontri e tre feriti

Alcuni partecipanti alla manifestazione dei terremotati aquilani, in corso a Roma, hanno sfondato il secondo blocco che le forze dell'ordine avevano posto circa a metà di via del Corso. Due giovani sono rimasti feriti. La polizia è in assetto antisommossa

di Greta Privitera
<p>Terremoto, corteo di Aquilani a Roma: scontri e tre feriti</p>
PHOTO LAPRESSE

Gli aquilani marciano su Roma. Sono circa 5 mila. Hanno invaso piazza Venezia e la vicina via dei Fori Imperiali, lanciando un "S.o.s. L'Aquila", chiedendo sospensione delle tasse, occupazione e sostegno all'economia.

Ci sono stati tafferugli tra una cinquantina di manifestanti e le forze dell'ordine. Una ragazza lamenta di essere stata colpita accidentalmente al volto e altri due un ragazzi sono stati feriti alla testa dalle manganellate della polizia.

Arrivati con 40 autobus e in auto, stanno sfilando lungo via del Corso diretti a Montecitorio e nel pomeriggio si concentreranno in piazza Navona. Alla manifestazione, organizzata dal Popolo delle carriole del presidio di piazza del Duomo, hanno aderito tra gli altri i comitati 3 e 32, Rete Aq, Eva (Eco villaggio autocostruito), Cittadini per i cittadini e gli universitari che abitavano nella Casa dello studente.

Il corteo è stato bloccato dai mezzi blindati della polizia, messi di traverso all'imbocco di via del Corso. Alcuni partecipanti alla manifestazione hanno sfondato il secondo blocco che le forze dell'ordine avevano posto circa a metà di via del Corso e hanno raggiunto correndo piazza Colonna. La polizia è in assetto antisommossa.

Il ragazzo ferito racconta di aver ricevuto due manganellate e presenta lesioni sanguinanti. «Guardate il sangue di un aquilano»,  ha detto dopo essersi rifugiato nella sede di una banca in via del Corso, «La mia unica colpa è essere un terremotato».

In piazza  arrivano anche Antonio Di Pietro e Pierluigi Bersani. »Dobbiamo organizzare la resistenza - dice il leader dell'Italia dei valori - perché la strada per la rivolta sociale è alle porte contro un governo sordo e cieco". "Meritate rispetto e sono d'accordo don una una tassa di scopo per l'Aquila", afferma il segretario del Pd.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).