DALL'ITALIA09:03 - 07 luglio 2010

Trovata carbonizzata in auto, omicidio nel Biellese

Potrebbe già un fermo: una persona che conosceva la donna, Rosaria De Donà

di staff Style.it
<p>Trovata carbonizzata in auto, omicidio nel Biellese</p>
PHOTO LAPRESSE

Potrebbe esserci già un fermato nelle indagini sull'omicidio di Rosangela De Donà, la donna trovata carbonizzata all'interno della sua auto in una zona del biellese. Si tratterebbe di una persona che conosceva la donna, che avrebbe però riferito agli inquirenti di non averla incontrata di recente. Secondo i carabinieri di Vercelli e di Borgo Sesia, impegnati nell'inchiesta, la donna doveva incontrarsi con alcuni conoscenti con cui discutere di affari, ma i militari non confermano l'indiscrezione per cui sarebbe stato fermato.

De Donà, 58 anni, era proprietaria dell'albergo e ristorante il «Principe», a Gattinara, in provincia di Vercelli. Nella giornata di lunedì si era allontanata per incontrare delle persone, ma non aveva fatto rientro a casa. È stato allora che il convivente della donna aveva dato l'allarme denunciando la scomparsa della donna. Le ricerche erano quindi proseguite fino al ritrovamento dell'auto, su una strada della zona collinare non lontana da Curino, in provincia di Biella. Gli esami medico-legali dovranno ora accertare se la donna sia morta nel rogo dell'auto, oppure se sia stata uccisa e poi data alle fiamme nella sua Bmw.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).