DALL'ITALIA08:47 - 08 luglio 2010

Napoli, arrestato Pagano, boss di Scampia

Era nella lista dei 30 latitanti più pericolosi della camorra. Con il cugino Raffaele Amato, si era staccato dal clan Di Lauro per creare la faida di Scampia e Secondigliano

di Lavinia Farnese
<p>Napoli, arrestato Pagano, boss di Scampia</p>
PHOTO LAPRESSE

Duro colpo alla camorra. A Napoli, è finita la latitanza del boss Cesare Pagano, 41 anni. Considerato uno dei due capi degli scissionisti, che con il cugino Raffaele Amato (arrestato lo scorso anno in Spagna) si era staccato dal clan Di Lauro dando origine alla faida di Scampia e Secondigliano, era inserito nella lista dei 30 latitanti più pericolosi d'Italia.

E' stato catturato dalla polizia in una villetta a Licola, sul litorale flegreo. Le accuse a suo carico, spiega Pietro Morelli, a capo della sezione omicidi della squadra mobile, sono di associazione a delinquere di stampo mafioso, omicidio e traffico di sostanze stupefacenti.

Insieme a lui, finisce in manette anche il nipote, Carmine. Pure questa mattina, come altre volte, ha provato a sfuggire alla cattura. Senza però riuscirci, grazie a vedette e telecamere.

TORNA ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).