DALL'ITALIA10:14 - 13 luglio 2010

Inaugurata a Fusina la prima centrale a idrogeno del mondo

Enel scommette sulla nuova Marghera. L'impianto di Fusina è praticamente privo di emissioni. Ogni anno produrrà 60 milioni di chilowattora all'anno, con i quali sarà possibile soddisfare l'esigenza di 20 mila famiglie

di staff Style.it
<p>Inaugurata a Fusina la prima centrale a idrogeno del mondo</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

È entrata in funzione ieri la prima centrale a idrogeno del mondo. L'impianto è stato inaugurato da Enel a Fusina, in provincia di Venezia, nell'area industriale di Marghera. Una struttura che anticipa i tempi e che non sarà l'unica di questo tipo, come ha annunciato Enel.


L'impianto, adiacente al polo petrolchimico di Marghera che ha fornito le materie prime, ha una potenza di 16 Mw, e si basa su un ciclo combinato in cui un turbogas viene alimentato con idrogeno per produrre energia elettrica e calore. Il turbogas è equipaggiato con un a camera di combustione sviluppata per essere alimentata con idrogeno, senza emissione di CO2 e con bassissime emissioni di ossidi di azoto. L'energia termica liberata dalla combustione viene convertita in energia elettrica nella turbina a gas, sviluppando una potenza di circa 12 Mw, mentre i fumi di scarico sono costruiti esclusivamente da aria calda e vapore acqueo. Il rendimento del ciclo viene aumentando sfruttando il calore presente nei fumi di scarico per produrre vapore ad alta temperatura che, inviato alla centrale a carbone esistente, produce ulteriore energia per una capacità aggiuntiva di circa 4Mw, con un rendimento elettrico complessivo pari al 41,6%. L'impianto di Fusina è praticamente privo di emissioni. Ogni anno produrrà 60 milioni di chilowattora all'anno, con i quali sarà possibile soddisfare l'esigenza di 20 mila famiglie, evitando l'emissione di 17 mila tonnellate di C02.


L'impianto è stato inaugurato alla presenza del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, del presidente della provincia di Venezia, Francesca Zaccariotto, dal sindaco del capoluogo veneto, Giorgio Orsoni, e dall'amministratore delegato dell'Enel Fulvio Conti.
La centrale a idrogeno di Fusina, ha sottolineato Conti,«è una perla ingegneristica, l'unico impianto di produzione di energia da idrogeno di queste dimensioni al mondo. Ma per produrre idrogeno in maniera competitiva non esiste ancora una tecnologia. Oggi infatti produrre energia con idrogeno costa 5-6 volte in più rispetto alle tecnologie tradizionali».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).