DALL'ITALIA13:20 - 13 luglio 2010

Maxi retata contro l'ndrangheta: più di 300 arresti

Colpiti i clan e le cosche più importanti

di Sara Tieni
<p>Maxi retata contro l'ndrangheta: più di 300 arresti</p>

Si è concluso con 304 arresti il maxi blitz di polizia e carabinieri contro l'ndrangheta.  Si tratta della piu' imponente operazione di questo tipo degli ultimi anni.

Nell'operazione, in corso dalle prime ore di questa mattina, sono impegnati 3.000 uomini dei carabinieri e della polizia di Stato. Le ordinanze di custodia cautelare sono in corso di esecuzione in Calabria e in diverse localita' dell'Italia settentrionale. Le accuse vanno dall'associazione di tipo mafioso al traffico di armi e stupefacenti, dall'omicidio all' estorsione, dall'usura ad altri gravi reati.

Nel corso della maxi-operazione contro la 'ndrangheta di carabinieri e polizia sono stati sottoposti a sequestro preventivo beni mobili e immobili per decine di milioni di euro.

La maxi-operazione, denominata «Il crimine», ha colpito le più importanti e potenti famiglie della 'ndrangheta delle province di Reggio Calabria, Vibo Valentia e Crotone, oltre alle loro proiezioni extraregionali ed estere. In questo modo sono state colpite e destrutturate, come riportano gli inquirenti, le cosche egemoni nel capoluogo reggino, nella fascia ionica ed in quella tirrenica.

Preso, tra gli altri, Domenico Oppedisano, 80 anni, considerato dagli investigatori l'attuale numero uno delle cosche calabresi.

Tra gli arrestati, per associazione mafiosa e corruzione, anche il direttore dell'Asl di Pavia, Carlo Antonio Chiriaco, l'assessore comunale di Pavia Pietro Trivi (per corruzione elettorale) e l'ex assessore provinciale milanese Antonio Oliviero (per corruzione e bancarotta).

In manette anche Pino Neri, considerato il capo dell'ndrangheta in Lombardia, accusato anche di avere convogliato voti elettorali su indicazione dello stesso Antonio Chiriaco.

Soddisfatto Roberto Maroni: «Si tratta in assoluto della più importante operazione contro la 'ndrangheta degli ultimi anni, che oggi viene colpita al cuore del suo sistema criminale sia sotto l'aspetto organizzativo che quello patrimoniale».

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).