DALL'ITALIA18:24 - 15 luglio 2010

Investe pedone e fugge: ventiquattrenne incastrata dalle telecamere

La ragazza voleva «insabbiare» tutto complici amici e parenti

di Sara Tieni
<p>Investe pedone e fugge: ventiquattrenne incastrata dalle
telecamere</p>

Una corsa clandestina nella notte era costata la vita a un uomo di 45 anni, un pedone, investito e abbandonato in strada. Ora la colpevole, una ragazza di 24 anni, Antonietta Rizzo, è stata arrestata: ad inchiodarla un video (nell'immagine: un frame)  ricavato dai filmati delle telecamere per il controllo dell'alta velocità, piazzate in strada.

La ragazza aveva cercato di insabbiare tutto con la complicità degli amici presenti con lei quella sera, e dei parenti.

La pirata della strada aveva cercato di insabbiare tutto con la complicità degli amici presenti con lei quella sera, e dei parenti.


I fatto risale all'11 giugno scorso ad Alcamo, in provincia di Trapani. Le due auto, ina con a bordo la ragazza e una con gli amici della ragazza, percorrevano la provinciale 55 ad elevata velocità e la Rizzo, probabilmente ubriaca, ha investito l'uomo.

L'auto, che ha proseguito, si è fermata solo dopo qualche chilometro e solo perchè uno dei passeggeri si era ferito.

Il gruppo, dalle ricostruzioni dei carabinieri, si ritrovò quindi a casa dell'investitrice che «palesò la piena consapevolezza di avere ucciso il pedone investito e immediatamente propose di bruciare l'autovettura per fare sparire le tracce dell'incidente».

Le indagini hanno portato gli agenti a  visionare i filmati delle telecamere di sorveglianza di edifici privati poste lungo la strada, per ricostruire la pista seguita dagli investitori che, secondo i testimoni, viaggiavano su una vettura di dimensioni contenute e di colore scuro che procedeva a forte velocità.

Ora la ragazza, indagata per i reati di omicidio colposo aggravata ed omissione di soccorso, è stata messa ai domiciliari.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).