DAL MONDO09:54 - 16 luglio 2010

Stati Uniti, sì alla riforma di Wall Street

Il Senato ha approvato il testo con 60 voti a favore e 39 contrari. Storica vittoria di Obama

di staff Style.it
<p>Stati Uniti, sì alla riforma di Wall Street</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Il Senato degli Stati Uniti ha approvato la riforma del sistema finanziario con 60 voti a favore e 39 contrari. Il via libera arriva dopo l'ok della Camera: per diventare legge, al progetto «Dodd-Frank», dal nome dei due autori, manca solo la firma del presidente Barack Obama, che dovrebbe arrivare la prossima settimana.

Per il presidente degli Stati Uniti è un'altra storica vittoria proprio mentre la sua popolarità è ai minimi storici. La legge, un testo da 2.300 pagine, mira a correggere direttamente la debolezza di regolamentazione che è stata indicata come una delle cause principali del semicollasso del sistema finanziario di fine 2008. Darà alle autorità federali ampi poteri di controllo sulle banche, per limitare l'assunzione di rischi da parte delle istituzioni finanziarie e di supervisione di attività precedentemente non regolamentate. Renderà anche più facile la liquidazione di grandi istituti, profondamente connessi con lo stesso sistema finanziario, e farà nascere in seno alla Federal reserve un'agenzia per la protezione dei consumatori.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).