DALL'ITALIA10:56 - 19 luglio 2010

Weekend di sciagure per l'Italia. Tra le vittime un bambino di 2 anni annegato nella piscina di casa

L'incidente più grave ha coinvolto un pullman turistico sulla A10: a bordo si è propagato un incendio che ha ucciso un uomo filippino di 50 anni

di Raffaella Serini
<p>Weekend di sciagure per l'Italia. Tra le vittime un bambino di 2
anni annegato nella piscina di casa</p>

Non solo rovente: quello appena trascorso è stato anche un week end di sciagure. Ultimo in ordine di tempo il dramma di quattro uomini dispersi da ieri nel Golfo degli Angeli, a Cagliari: due sono morti, uno non è stato ancora ritrovato, mentre un quarto, Andrea Maccioni, è stato tratto in salvo. La loro imbarcazione, guidata da Giancarlo Pintus, 50, era salpata ieri mattina alle 5.30 e non aveva più fatto ritorno. Alle 16 i parenti avevano dato l'allarme ed erano scattate le ricerche.

Sempre in Sardegna, in una caletta di Cala Gonone (Nuoro), una ragazza austriaca di 19 anni è stata travolta dal crollo di alcuni sassi, che si sono staccati dal costone roccioso, mentre prendeva il sole in spiaggia con la famiglia. Trasportata all'ospedale San Francesco di Nuoro, le è stato riscontrato un forte trauma toracico.

Sono invece morti sul colpo due uomini che viaggiavano a bordo di un ultraleggero precipitato vicino all'aviosuperficie di Vejano, nel Viterbese. Lo schianto sarebbe stato causato da un guasto al motore.

Sempre un guasto al motore, forse causato da un corto circuito, avrebbe provocato l'incendio che è scoppiato a bordo di un pullman turistico che viaggiava sulla A10, tra Varazze e Celle: le fiamme si sono propagate sulla moquette e hanno causato la morte per asfissia di un uomo filippino di 50 anni. Altri 15 sono rimasti intossicati, fra cui una diciannovenne ricoverata in gravi condizioni e alcuni bambini.

E un bambino di 2 anni è annegato nella sua piscina di casa a San Calogero, in provincia di Vibo Valentia. Il piccolo, sfuggito al controllo dei genitori, si sarebbe tuffato in acqua senza braccioli.

Stessa sorte per un bagnante di 83 anni originario di Cecina (Livorno), annegato nelle acque dell'Isola Elba sotto gli occhi della moglie, che ha accusato un malore.

Infine, tanta paura ma fortunatamente nessuna conseguenza tragica per i passeggeri del volo AirItaly Verona-Bari, che, partito dalla città veneta dopo cinque ore di ritardo (alle 22 anziché le 16.40), ha impiegato 8 ore per raggiungere il capoluogo pugliese. L'aereo, sprovvisto di aria condizionata, ha anche effettuato uno scalo di 40 minuti a Roma, per un guasto. I passeggeri minacciano di chiedere un risarcimento alla compagnia.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).