DALL'ITALIA10:11 - 21 luglio 2010

Le tolgono il figlio perché troppo povera

Fa discutere la decisione del tribunale dei minori di Trento che ha avviato le procedure di adottabilità di un neonato perché la madre guadagna solo 500 euro al mese

di staff Style.it
<p>Le tolgono il figlio perché troppo povera</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Non ha avuto neanche il tempo di stringerlo a sé dopo il parto. Per una decisione del Tribunale dei minori di Trento, il figlio le è stato portato via alla nascita e dichiarato adottabile, perché lei, la madre, secondo i giudici non guadagna abbastanza: solo 500 euro al mese.

Una decisione che, come ovvio, sta facendo molto discutere. Ad attaccarla, e duramente, è stato in primo luogo lo psicologo Giuseppe Raspadori, consulente del Tribunale, il quale, a proposito del meccanismo con cui i giudici hanno scelto di applicare la procedura di adottabilità ha dichiarato: «I procedimenti con cui il Tribunale dei minorenni separa i bambini dalle madri in nome dell'incapacità genitoriale sono un abuso scientifico: l'affidamento a terzi di un minore è un'ipotesi che dovrebbe essere perseguita per gravissimi ed eccezionali motivi». «La giovane», ha proseguito Randoni, «senza problemi di tossicodipendenza e con un reddito mensile di 500 euro, nonostante le fosse stata proposta la sospensione della gravidanza, ha scelto di partorire chiedendo un affido condiviso per il bimbo che momentaneamente non sarebbe stato in grado di mantenere.
A questo punto però il Tribunale, senza interpellarla, ha dato avvio alla procedura di adottabilità, levandole il figlio alla nascita».

TORNA ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Spartaco 74 mesi fa

Semplicemente vergognoso. Se il principio fosse giusto, mi domando quanti bambini nomadi dovrebbero essere addottati e tolti ai genitori. Non era più semplice aiutare economicamente la madre facendo crescere il bimbo che tanto ha voluto?

maancheno 74 mesi fa

Con le scelte di politica economica e politica del lavoro del governo temo un sensibile aumento dei bambini dati in adozione per indigenza dei genitari.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).