DAL MONDO10:45 - 21 luglio 2010

Molestie sessuali: arriva il videogame per vendicarsi

Hey Baby è il gioco elettronico che permette di uccidere virtualmente i molestatori

di staff Style.it
<p>Molestie sessuali: arriva il videogame per vendicarsi</p>

Tutto comincia sulla metropolitana di New York tre anni fa. Suyin Looui, studentessa canadese di origini asiatiche, sta andando a lezione, quando un uomo verso l'uscita le sussurra: «Hot ching chong»,  dove hot sta per «bollente» e ching chong è un modo dispregiativo per indicare gli asiatici negli Stati Uniti. Racconta Suyin: «Ho tirato dritto ma per il resto della giornata non ho fatto altro che pensare a come farla pagare a quell'uomo». Così è nato Hey Baby, il videogame che permette alle donne di vendicarsi degli abusi verbali che sta provocando dibattiti sul web e in Tv negli Stati Uniti.

La trama del gioco è semplice: una donna percorre le strade di una città piena di passanti e alcuni di loro si avvicinano al nostro alter ego facendo avance sconce e fastidiose, come «Dovresti mollare il tuo uomo e venire con me», «Lasciati leccare da capo a piedi», fino a commenti più garbati come «Dio quanto sei bella». Nella realtà virtuale del gioco, questi uomini non la passeranno liscia: il nostro scopo è di farli fuori a colpi di mitra o direttamente con il lanciafiamme. E sulle loro tombe, che trasformeranno la città in un enorme cimitero, compariranno i loro commenti.

Il videogame ha provocato dibattiti e polemiche, innanzitutto perché lo scopo del gioco è di eliminare chiunque si rivolga alle donne: vengono risparmiati solo i maschi che rimangono muti. «È un modo di attirare l'attenzione su un problema che in tante vivono. L'ironia sta nell'aver usato un genere tipicamente maschile di gioco elettronico, quello dei cosiddetti sparatutto in prima persona», spiega Suyin Looui. Tutto il campionario delle frasi pronunciate dai passanti, assicura l'ideatrice, è preso dalla realtà, raccolto dalle sue esperienze e da quelle delle sue amiche a New York, Parigi, Londra, Toronto, Montreal, San Francisco, Pechino e Roma.

TORNA ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).