DALL'ITALIA18:19 - 23 luglio 2010

Impiegato licenziato spara ai suoi capi e si uccide

L'omicida-suicida è un ex rappresentante di Massarossa (Lucca) rimosso dal suo posto di lavoro sei mesi fa

di Sara Tieni
<p>Impiegato licenziato spara ai suoi capi e si uccide</p>
PHOTO LAPRESSE

Ha sparato e ucciso l'amministrazione delegato e il responsabile dell'amministrazione della ditta in cui lavorava e poi si è tolto la vita. Così un impiegato ha reagito al proprio licenziamento, avvenuto sei mesi fa.

L'ex rappresentante si é presentato nel pomeriggio nella sua ex ditta, la Gifas-Electric di Massarosa (Lucca), per un appuntamento con la direzione.

In base alle prime ricostruzioni l'uomo, una volta entrato nell'ufficio dell'amministrazione, avrebbe esploso quattro o cinque colpi di pistola, uccidendo le due vittime, e poi si sarebbe barricato nella stanza, dando fuoco a una parte dell'ufficio.

Operai e impiegati hanno subito dato l'allarme. Al loro arrivo, le forze dell'ordine hanno sfondato la porta e sono entrate negli uffici, trovando i cadaveri dei due dirigenti e, in un'altra stanza, quello dell'ex dipendente.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).