DAL MONDO11:54 - 23 luglio 2010

Avvistato in Egitto un cratere meteoritico di 5000 anni fa

A notarlo, grazie a Google Earth, un archeologo italiano

di Sara Tieni
<p>Avvistato in Egitto un cratere meteoritico di 5000 anni fa</p>

Una spedizione di archeologi italiani ha scoperto, avvalendosi di Google Earth, un cratere meteoritico che colpì la terra circa 5 mila anni fa nella località di Kamil, al confine con Libia e Sudan, non lontana da un villaggio neolitico.

L'avvistamento è merito del dottor Vincenzo De Michele, già curatore del Museo civico di storia naturale di Milano, che tramite un'esplorazione virtuale realizzata grazie al software di Google che genera immagini virtuali della Terra utilizzando immagini satellitari, fotografie aeree e dati topografici memorizzati, ha notato una depressione circolare sospetta.

Il cratere è scientificamente interessante in quanto è piccolo e ben conservato: di solito sul nostro pianeta crateri di queste dimensioni sono destinati a essere cancellati dall'erosione e coperti dalla vegetazione in pochi secoli.

Ci sarebbe inoltre una relazione tra la leggenda del «ferro caduto dal cielo», di cui parlano alcuni antichi geroglifici egiziani, con il meteorite di Kamil che, secondo le ricostruzioni si abbatte si abbatte sulla terra con una velocità di circa circa 3,5 km al secondo, liberando un'energia equivalente a circa 20 tonnellate di tritolo.

Ma, l'aspetto peggiore dell'impatto fu legato alla frammentazione del meteorite che si comportò come una gigantesca granata militare, generando una pioggia di proiettili incandescenti e taglienti capaci di arrivare anche a un chilometro di distanza con la conseguenza che, se c'erano esseri viventi entro quel raggio, nessuno poté sopravvivere.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS

LEGGI ANCHE: STONEHENGE, SCOPERTO UN SITO «GEMELLO», IN LEGNO


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).