DAL MONDO15:16 - 27 luglio 2010

Anna Chapman: la spia che amava Youtube

La spia russa arrestata, insieme ad altri 9 connazionali, il 28 giugno a New York, ufficialmente lavorava come agente immobiliare

di Andrea Purgatori
<p>Anna Chapman: la spia che amava Youtube</p>
PHOTO - - - LAPRESSE

Mi scusi, ci siamo incontrati in California, la scorsa estate?» «No, credo fosse agli HamptonsChe fine abbia fatto Anya la Rossa, nessuno lo sa. L'ultimo occidentale a vederla è stato il funzionario dell'Fbi che l'ha accompagnata alla scaletta del jet russo parcheggiato sulla pista dell'aeroporto di Vienna. Accanto all'altro jet su cui sono saliti i quattro agenti americani scambiati coi dieci della rete di spie del Cremlino, smantellata negli Stati Uniti lo stesso giorno in cui Obama e Medvedev addentavano l'hamburger della pace.

Volete ascoltarla? Digitate. Struccata e professionale, occhio alla camera, vi spiegherà quale era la sua idea: «Creare un progetto che unisca Mosca a New York, le due città più importanti per me» (missione riuscita). Volete scoprire le sue qualità sadomaso? Digitate. La scoprirete allungata sul letto con un colbacco azzurro in testa, un frustino stretto nella mano destra e un giocattolo erotico nella sinistra (naturalmente, tette al vento). Anya Kushchenko è sempre stata ambiziosa. Ma, soprattutto, figlia d'arte. Suo padre Vasili è un diplomatico di carriera. In realtà, un agente di rango del servizio segreto russo.

L'Svr, erede del Kgb. Anya cresce da figlia della nomenclatura, studia bene, frequenta e viaggia. Parla inglese perfettamente. Il nepotismo nel Circo delle Spie è garanzia di continuità. E poi, come diceva quello, spiare è sempre meglio che lavorare. Così, a diciannove anni Anya atterra a Londra, in una discoteca conosce un tale Alex Chapman che fa l'artista e studia Psicologia, ci passa un paio di mesi di sesso sfrenato, viene cooptata nel Mile High Club (la «confraternita» del sesso in quota) facendosi beccare da una hostess con le gambe intrecciate sulla sua schiena nella toilette di un volo della British per Mosca, se lo sposa e lo porta nello Zimbabwe da papà. Alex non deve fare una grande impressione a Vasili, che per sua figlia ha altri progetti. Ma si sa, l'amore. E Anya ci passa insieme altri tre anni.

Continua>>

Fonte[ Vanity Fair ]

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).