DALL'ITALIA11:05 - 27 luglio 2010

Bologna: «Fermate i lavori del nuovo tram, può far crollare le Due torri»

L'allarme è lanciato dal vulcanologo Enzo Boschi

di staff Style.it
<p>Bologna: «Fermate i lavori del nuovo tram, può far crollare le
Due torri»</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Il tram su gomma chiamato Civis «potrebbe mettere a rischio la stabilità degli edifici del centro di Bologna. Comprese le Due torri». Questo l'allarme lanciato da Enzo Boschi, presidente dell'Istituto nazionale di Vulcanologia. Lo studioso interviene a dieci anni dalla prima presentazione del progetto, fatta dalla Giunta del sindaco Walter Vitali (Ds), che vuole riportare il filobus in centro al capoluogo dell'Emilia Romagna. «Bisognerebbe fermare tutto», ha detto Boschi durante una conferenza stampa organizzata dal Pdl: il terreno sul quale poggia Bologna è fragile e tende ad abbassarsi  (il fenomeno si chiama «subsidenza») e le scosse sismiche che arrivano a volte dall'Appennino unite a quelle dei futuri tram potrebbero mettere in pericolo l'integrità dei palazzi e delle torri Garisenda e Asinelli.

L'attuale Giunta guidata dal commissario Anna Maria Cancellieri, subentrata alle dimissioni del sindaco Flavio Delbono (Pd), ha convocato i vertici di Atc, l'azienda dei trasporti, e si dice preoccupata, ma non ha interrotto i lavori.

Intanto, interviene l'ex sindaco della città Giorgio Guazzaloca subentrato a Vitali e precedente a Sergio Cofferati: «Noi avevamo scelto che il tram fosse su gomma e non su rotaia e che passasse lontano dalle Due Torri. Poi Cofferati ha tergiversato tre anni e ha stravolto il piano precedente», ha detto Guazzaloca alla Stampa.  La polemica è appena cominciata.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).