DALL'ITALIA12:48 - 27 luglio 2010

Sardegna, muore tra le onde per salvare figlio e nipotina

Un turista tedesco sopraffatto dai flutti sulla costa di Arbus dopo aver salvato i bambini di 6 anni e 8 mesi travolti da un'onda mentre stavano giocando sulla battigia

di Sara Tieni
<p>Sardegna, muore tra le onde per salvare figlio e nipotina</p>

Si era tuffato per salvare il figlioletto di 6 anni e una nipotina di 8 che erano stati travolti da un'onda mentre giocavano sul bagnasciuga. Così un turista tedesco è morto ieri mattina nel mare di Funtanazza, sulla costa di Arbus, in Sardegna. L'uomo, Thomas Martin Birkner, 46 anni il prossimo settembre, di Munster, è deceduto forse per un arresto cardiaco provocato da una congestione. Grave la zia dei bambini che aveva tentato a sua volta il salvataggio.

La vittima faceva parte di una comitiva di tedeschi in vacanza in camper a Funtanazza. Dopo aver fatto un'abbondante colazione, l'uomo si è diretto al mare con i piccoli e la famiglia. Alle 10.30 di ieri i bambini sono entrati in acqua nonostante le onde e un forte maestrale e poi si sono trattenuti sulla battigia a giocare. Lì un'onda particolamente violenta li ha travolti e poi risucchiati. In loro aiuto sono intervenuti per primi Thomas Martin Birkner (padre del bambino) e la zia dei piccoli, che quasi subito hanno accusato un malore e sono stati sopraffatti dai flutti.

Altri due tedeschi della comitiva hanno portato a riva i due bambini (determinanti i braccioli salvagente che indossavano) e quindi aiutato gli amici ormai sopraffatti dalle onde. Le condizioni dell'uomo sono apparse subito disperate. Da Portu Maga è arrivata un'ambulanza della Lasa di Arbus con un medico a bordo. Inutili i tentativi di rianimare Birkner, mentre la donna è stata portata all'ospedale.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).