DAL MONDO11:58 - 06 luglio 2010

Giallo sul Mullah Omar: «Arrestato» ma i talebani smentiscono

Il mullah Omar, capo dei Talebani, sarebbe stato arrestato oggi in Pakistan. A riferirlo è l'emittente afghana Tolo tv. Un portavoce dei Talebani, Qari Yusuf Ahmadi, contattato telefonicamente dall'agenzia Nuova Cina, ha smentito la notizia, definendola «pura propaganda occidentale»

di Greta Privitera
<p>Giallo sul Mullah Omar: «Arrestato» ma i talebani
smentiscono</p>
PHOTO LAPRESSE

Il mullah Omar, capo dei Talebani, sarebbe stato arrestato oggi in Pakistan. A riferirlo è l'emittente afghana Tolo tv, che ha ripreso la notizia da un blog americano tenuto dall'ex funzionario dell'Homeland Security statunitense, Bred (è noto solo il nome di battesimo).

Un portavoce dei Talebani, Qari Yusuf Ahmadi, contattato telefonicamente dall'agenzia Nuova Cina, ha smentito la notizia, definendola «pura propaganda occidentale» e aggiungendo che il mullah Omar è libero, in ottima salute e continua a guidare i combattenti. Nei mesi scorsi era stato catturato a Karachi il suo braccio destro Mullah Brather.

Anche un altro portavoce dei talebani, Zabeeh Ullah, smentisce la notizia, affermando che già il 13 maggio scorso l'arresto del mullah Omar era stato annunciato su un blog americano. Secondo il portavoce, citato dal quotidiano The Nation, gli Stati Uniti userebbero questa tattica «per salvare la faccia». Stando al blogger Usa Brad Thor i servizi pakistani hanno catturato il mullah Omar a Karachi il 27 marzo. La notizia cominciava sostenendo che «attraverso fonti chiave dell'intelligence in Afghanistan e Pakistan, ho appreso che il leader dei talebani e alleato di Osama Bin Laden, il mullah Omar, è stato catturato» in marzo. Nonostante numerose riprese sullo stesso blog, né la Cia, né il Pentagono, né le autorità pakistane o afghane hanno mai commentato la notizia.

Il mullah Omar, 51 anni, religioso e politico afghano, è la guida spirituale dei Talebani e, di fatto, è stato il capo di stato dell'Afghanistan dal 1996 al 2001, quando, iniziata la guerra in quei territori, ha preso a nascondersi in località sconosciute. Ricercato per aver protetto Osama Bin Laden e Al Qaeda, il governo degli Stati Uniti ha offerto fino a 10 milioni di dollari come ricompensa per informazioni che potessero aiutare a catturarlo.

Nonostante sia un uomo che è stato a capo di un paese di 25 milioni di abitanti, di lui si sa poco: sarebbe cieco da un occhio, non avrebbe per sua ammissione mai viaggiato su un aereo. Poche le immagini di lui. Lo descrivono come molto alto (addirittura 1 metro e 98), figlio di un bracciante cresciuto tra le capanne di fango di un villaggio nei pressi di Kandahar, con due mogli e cinque figli.

Secondo fonti dei servizi segreti afgani e capi tribù, il mullah Omar sfuggì già a un tentativo di cattura da parte degli americani, nel 2002, in sella a una moto.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).