DALL'ITALIA18:06 - 06 luglio 2010

Venezia, uccide a coltellate la ex e tenta il suicidio

La tragedia nel negozio di alimentari bio dove lavoravano insieme, durante la pausa pranzo. A scoprire i corpi distesi a terra il padre dell'omicida

di Lavinia Farnese
<p>Venezia, uccide a coltellate la ex e tenta il suicidio</p>

Si erano amati, fino a due anni fa convivevano, ma da qualche tempo non stavano più insieme. Lui, però, Andrea Donaglio, 47 anni, insegnante, questa idea non la sopportava. Soprattutto da quando lei, Roberta Vanin, 34, si era rifatta una vita con un altro. Così oggi l'ha avvicinata durante la pausa pranzo, nel negozio di alimentari bio di Spinea (Venezia) dove lavorano gomito a gomito. Si alzano le voci, il litigio degenera. Fino a che lui non tira fuori un coltello e la colpisce più volte tra l'addome e il collo, a morte, usando poi la stessa arma per provare a uccidersi.

Scopre la tragedia il padre di lui: non vedeva arrivare il figlio a casa per pranzo come di consueto, ed è andato a cercarlo al negozio, dove ha trovato i due corpi distesi davanti al bancone.

Sul posto arrivano i carabinieri di Mestre, l'ambulanza. L'uomo è ora ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Mirano (Venezia). Con l'accusa di omicidio volontario.

> Carabiniere uccide e getta nel fiume la ex

> Uccide le due ex tra Torino e Cremona e poi si suicida

> Pesaro, omicidio passionale: accoltella a morte il rivale

 

TORNA ALLA PAGINA DI NEWS

 



Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).