DAL MONDO13:22 - 01 agosto 2010

Appello del Papa contro le bombe a grappolo

Durante la preghiera dell'angelus Benedetto XVI esprime «vivo compiacimento per l'entrata in vigore della Convenzione sul bando delle munizioni a grappolo che provocano danni inaccettabili ai civili». L'Italia ha firmato il testo, ma non figura nella lista dei Paesi che hanno proceduto alla ratifica, secondo dati forniti a Ginevra lo scorso 29 luglio.

di staff Style.it
<p>Appello del Papa contro le bombe a grappolo</p>

Il Papa esprime «vivo compiacimento per l'entrata in vigore della Convenzione sul bando delle munizioni a grappolo che provocano danni inaccettabili ai civili». Durante la preghiera dell'Angelus Benedetto XVI, dalla sua residenza estiva di Castelgandolfo, ha esortato tutti i paesi del mondo ad aderire alla Convenzione. L'accordo e' stato firmato finora da 107 Stati e 37 l'hanno già ratificata.

L'Italia ha firmato il testo, ma non figura nella lista dei Paesi che hanno proceduto alla ratifica, secondo dati forniti a Ginevra lo scorso 29 luglio.

L'appello del Santo Padre incita nella direzione di  «sempre maggior vigore sulla strada del disarmo e del diritto umanitario». «Il mio primo pensiero - dice - va alle numerose vittime che hanno sofferto e continuano a soffrire gravi danni fisici e morali, fino alla perdita della vita, a causa di questi insidiosi ordigni, la cui presenza sul terreno spesso ostacola a lungo la ripresa delle attività quotidiane di intere comunità. Con l'entrata in vigore della nuova Convenzione, alla cui adesione esorto tutti gli Stati, la Comunità internazionale ha dimostrato saggezza, lungimiranza e capacità nel perseguire un risultato significativo nel campo del disarmo e del diritto umanitario internazionale».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).