DAI PALAZZI18:59 - 04 agosto 2010

Caliendo, bocciata la mozione di sfiducia

È stata respinta la mozione contro il sottosegretario, presentata dal Pd e dall'Idv. Duecentoventinove i sì, 299 no e 75 astenuti

di Angelo Sarasi
<p>Caliendo, bocciata la mozione di sfiducia</p>

Giacomo Caliendo è "salvo" ma il governo ha tremato. Alla Camera, poco fa, è stata respinta la mozione di sfiducia nei confronti del sottosegretario alla Giustizia indagato per la presunta loggia massonica P3 con 299 voti espressi dalla maggioranza composta da Pdl e Lega, 229 voti dell'opposizione e 75 astenuti, ovvero finiani, Udc, Mpa di Raffele Lombardo, e Api di Francesco Rutelli.

In un clima particolarmente agitato - si è rischiato lo scontro fisico tra alcuni ex compagni del Polo delle libertà - la votazione ha messo comunque in minoranza lo schieramento di governo. Tanto che Rutelli ha invitato il premier Berlusconi, definito da Di Pietro "un novello Nerone" a dimettersi. Per il ministro della Giustizia Alfano "è sbagliata l'astensione sul principio che non ci si dimette se indagati e non ancora condannati".

Casini difende invece la scelta dell'astensione dagli "attacchi di chi ci accusa di essere dei trasformisti. Siamo stati tutti coerenti con la scelta che avevamo indicato". Per il Pdl, il ricorso alle urne in ottobre, dopo questa votazione, va escluso. E Bossi sulla nascista di un terzo polo, quello formato dagli astenuti sul voto di sfiducia, afferma che "sarà dannoso per il paese, senza portare vantaggi a chi ne farà parte".

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
mogol_gr 73 mesi fa

Sarà prima di Caliendo e dopo Caliendo.

mogol_gr 73 mesi fa

Sarà prima di Caliendo e dopo Caliendo.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).