DALL'ITALIA09:27 - 13 agosto 2010

Veleni a tavola: dalla mozzarella a pois al gelato con i pezzi di ferro

Questa è passerà come l’estate degli alimenti “bizzarri”, se non fatali. Ultima scoperta raccapricciante riguarda, ancora una volta, la mozzarella. Dopo quella blu, dovuta al batterio pseudomonas, arriva quella a pois rossi.

di staff Style.it
<p>Veleni a tavola: dalla mozzarella a pois al gelato con i pezzi
di ferro</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Questa è passerà come l'estate degli alimenti "bizzarri", se non fatali.
Ultima scoperta raccapricciante riguarda, ancora una volta, la mozzarella. Dopo quella blu, dovuta al batterio pseudomonas, arriva quella a pois rossi. È di oggi, infatti, la notizia della scoperta di un latticino a pallini rossi da parte di una signora di Livraga, nel lodigiano. L'alimento è stato consegnato ai Nas che procederanno al campionamento e all'analisi dell'alimento presso l'istituto zoo profilattico di Lodi.  In via preventiva, il prodotto potrebbe essere ritirato dal commercio.

La mozzarella a pois, però, è solo l'ultima degli alimenti "pazzi" in cui molti italiani si sono imbattuti nei giorni scorsi.  Che dire del pollo fluorescente trovato ieri da una famiglia di Feltre? Il pollo, acquistato al discount, aveva mostrato dopo un paio di giorni una colorazione fluorescente e, dopo la cottura, delle macchie anomale. L'Istituto zooprofilattico delle Venezie di Legnaro (Padova) al quale la famiglia si è rivolta ha analizzato l'alimento e escluso che si tratti del batterio pseudomonas florescens (lo stesso della mozzarella blu) . In attesa di scoprire la causa della strana colorazione del pollo, l'istituto scientifico ha richiesto il ritiro dell'intera partita di carne.  

E anche i dessert non sono da meno: sempre di ieri è la notizia della donna di Ceccano, nel Frusinate, finita in ospedale in preda a forti dolori addominali dopo ingerito una Coppa del nonno che al suo interno conteneva alcuni pezzi di ferro.

E ancora: due giorni fa a Messina una donna di 74 anni è morta, in seguito a una violenta intossicazione, a dopo aver mangiato una pasta al forno acquistata in rosticceria.

>> Il caso la mozzarella blu

>> Mangia pasta al forno della rosticceria: morta

VAI ALLE ALTRE NOTIZIE


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Mike 73 mesi fa

Ogni latticino contaminato lo si chiama mozzarella. Si sta portando avanti una campagna vergognosa contro la mozzarella quella vera, non sanno quanto danno arrecano a quei produttori seri e responsabile che producono ottima mozzarella. Non riesco a capire il perché, e qua me la prendo coi giornalisti, i derivati dei latticini che hanno forme che tendono a confondersi con la mozzarella, si vogliono identificare come mozzarella? La stessa cosa potreste fare con lo Champagne. Ogni derivato dell'uva che ha le bollicine ed è contraffatto lo chiamate Champagne? No qua lo chiamate vino contraffatto. Non mi risulta, e poi come vi sareste permesso, i francesi vi avrebbero rotto le ossa. Invece la mozzarella dove si produce? al meridione, beh addosso al meridione. Ormai sono più di 150 anni che prima il meridione ha subito il saccheggio, è stato spogliato delle sue industrie. Per decenni ha subito la deportazione. Quando il meridione produce qualcosa di buono, non solo lo si copia, ma si

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).