DAL MONDO13:50 - 17 agosto 2010

Pakistan, 3 milioni e mezzo di bambini a rischio

cano acqua e fondi. La Banca mondiale stanzia 900 milioni di dollari

di Sara Tieni
<p>Pakistan, 3 milioni e mezzo di bambini a rischio</p>
PHOTO KIKA PRESS

Ancora allarme Pakistan: sarebbero 3 milioni e mezzo i bambini che potrebbero morire in Pakistan per l'inquinamento dell'acqua dovuto alle inondazioni che hanno flagellato il Paese. Lo comunica l'Onu. La mancanza di acqua potabile per cinque milioni di persone fa temere inoltre per una nuova ondata mortale.

Le condizioni meteorologiche intanto sono migliori dei giorni scorsi. «Nei prossimi 4-5 giorni vi saranno piogge sparse, ma non in grado di causare inondazioni», prevede Qamar-uz-Zaman Chaudhry, direttore del Dipartimento di Meteorologia. E stato registrato anche il primo caso di colera .


La Banca Mondiale nel frattempo ha comunicato di voler stanziare al Pakistan un prestito di 900 milioni di dollari per superare la crisi dovuta alle alluvioni che nelle ultime tre settimane hanno messo in ginocchio il Paese, provocando circa 20 milioni di sfollati. Il prestito è stato concesso attraverso l'International Development Association, lo strumento con cui la Banca Mondiale finanzia i Paesi con problemi economici.

Intanto ci si prepara ad affrontare una nuova emergenza. I prossimi cinque giorni saranno cruciali per il Pakistan. La autorità prevedono infatti che sul Paese, già martoriato dalle peggiori alluvioni degli ultimi ottant'anni, si abbatteranno nuove piogge. Allo stato attuale, sono circa 20 milioni le persone colpite e 160mila i chilometri di terra colpiti dalle inondazioni, ovvero un quinto dell'intero Paese.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).