DALL'ITALIA17:20 - 02 agosto 2010

Padova, madre disperata: «Hanno violentato mia figlia»

La ragazza è tossicodipendente, in cura presso il Sert di Camposampiero. Ad abusare di lei, un tunisino

di Lavinia Farnese
<p>Padova, madre disperata: «Hanno violentato mia figlia»</p>

«Mia figlia di 23 anni è stata violentata lungo il fiume». Sono le parole di una mamma disperata. Che a Padova, l'altroieri, è andata dai carabinieri. E ha vuotato il suo personale sacco di preoccupazioni: sua figlia ha una vita allo sbando, e la rischia ogni giorno, racconta Il Gazzettino. E lei per questo chiede giustizia. «Il 14 luglio è scappata per andare a cercare quello che lei chiama fidanzato, ma che abbiamo scoperto essere uno spacciatore tunisino già noto alle forze dell'ordine», denuncia la donna. «E' stata aggredita da un giovane, anche lui tunisino, al quale aveva chiesto aiuto per trovare il fidanzato».
La ragazza è tossicodipendente. In cura presso un sert, quello di Camposampiero. «E' fragile, soffre di problemi psichici, crisi epilettiche e non sa difendersi», continua la madre. «Mi ha detto di aver avuto rapporti sessuali con almeno tre uomini ricoverati nella struttura. È una cosa che non deve succedere in questi posti. Da anni chiedo un trattamento sanitario obbligatorio per ricoverarla in una struttura di cura, ma nessuno mi da ascolto».

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).