DALL'ITALIA19:54 - 21 agosto 2010

Denunciata perché in topless: assolta

La mamma di due adolescenti l'aveva denunciata l'11 agosto per «atti osceni in luogo pubblico». La colpa della (procace) signorina? Stare in topless sulla spiaggia laziale tra Anzio e Lavinio (nella foto Raffaella Zardo in topless a Forte dei Marmi)

di staff Style.it
<p>Denunciata perché in topless: assolta</p>
PHOTO AP/LAPRESSE

La mamma di due adolescenti l'aveva denunciata l'11 agosto per «atti osceni in luogo pubblico». La colpa della (procace) signorina? Stare in topless sulla spiaggia laziale tra Anzio e Lavinio (nella foto Raffaella Zardo in topless a Forte dei Marmi).

La notizia aveva fatto il giro del mondo. Oggi è arrivata in pochi minuti la decisione del gip di Roma, con l'assoluzione. L'avvocato della commessa di 26 anni, Gianluca Arrighi, ora rincara la dose: «La mia assistita valuterà eventuali azioni giudiziarie contro chi l'ha accusata ingiustamente».

Anche il gip, del resto, ha deciso l'archiviazione per «la totale insussistenza dei requisiti oggettivi e soggettivi richiesti dal reato di atti osceni in luogo pubblico». Oggetto del contendere era stato non solo il topless, ma anche lo spalmare della crema, che aveva provocato prima un litigio tra le due donne, poi la denuncia.

- DI' LA TUA: CHE COSA NE PENSI?

- VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
love 64 mesi fa

e che male ti fa se una si mette in topless e si sbaciucchia di fianco a te? si vede che sei racchia ed invidiosa........

Maria 74 mesi fa

Queste sono le leggi. Poi c'è il buon gusto... Ci sono donne che addosso tengono ormai solo un filino di costume nelle parti basse (tanto vale fare una legge per togliersi anche quello). Poi spesso iniziano pure, diciamo, a sbaciucchiarsi con fidanzati e mariti proprio nell'ombrellone accanto

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).