DALL'ITALIA16:13 - 21 agosto 2010

Mancano posti in rianimazione: muore di parto

Eleonora Tripodi, 33 anni, è morta dopo essere stata sottoposta a un cesareo nella clinica privata dei Gerani di Vibo Valentia. E' deceduta durante il trasporto in un altro ospedale perché nella clinica non c'erano posti liberi in rianimazione

di staff Style.it
<p>Mancano posti in&nbsp;rianimazione: muore di parto</p>
PHOTO LAPRESSE

Saranno i giudici, dopo le polemiche, a decidere, se ci sia stata colpa umana nella morte di Eleonora Tripodi, 33 anni, deceduta dopo essere stata sottoposta a un cesareo nella clinica privata dei Gerani di Vibo Valentia.

L'intervento aveva permesso di salvare la figlia, non la donna, morta durante il trasporto in ambulanza nell'ospedale di Lamezia Terme. Il trasferimento era stato deciso perché mancavano posti liberi nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Vibo Valentia.

Secondo l'avvocato della famiglia, Giovanni Vecchio, «Eleonora stava male da tempo e aveva chiesto di essere sottoposta subito a parto cesareo: richiesta non accolta dai sanitari della clinica Villa dei Gerani, che avevano sostenuto che era troppo presto». I medici replicano parlando di «un caso rarissimo provocato dalla fuoriuscita della placenta dall'utero, con conseguente infiltrazione degli organi vicini».

-DI' LA TUA: CHE COSA NE PENSI?

- VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Maria 73 mesi fa

Che tristezza infinita. Morire ancora di parto! Povero il mio Sud

elena 73 mesi fa

che schifo!vergognatevi!!!!!!!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).