DAL MONDO13:00 - 25 agosto 2010

Incastrata la donna che getta il gatto nel cassonetto

La protagonista del misfatto è stata individuata grazie alle telecamere di sicurezza, e ha chiesto la protezione alla polizia, temendo ritorsioni dagli animalisti

di staff Style.it

La polizia ha individuato la donna di Coventry, in Inghilterra, che è stata sorpresa a gettare un gatto in un  cassonetto. La protagonista del misfatto è stata individuata grazie alle telecamere di sicurezza, e ha chiesto la protezione alla polizia, temendo ritorsioni dagli animalisti.

Il video che ha dato inizio alla caccia mostra la donna che cammina per strada e che a un certo punto si ferma a guardare un gatto che passeggia su un muro di cinta; la donna prende poi il felino per la collottola e lo getta nel bidone dell'immondizia, chiude il coperchio e infine se ne va via. Le immagini, pubblicate su Facebook  e YouTube dai proprietari del gatto, hanno fatto il giro del mondo e hanno dato origine anche a al gruppo «Help Find the the Woman Who Put My Cat in the Bin» per aiutare la polizia a identificare l'assalitrice. E l'identificazione poi effettivamente c'è stata. Come riferisce TntMagazine, l'autrice dell'increscioso gesto ha chiesto la protezione della polizia temendo ora ritorsioni da parte degli animalisti che si sono presi a cuore la vicenda. Lola, la gatta di 4 anni vittima della violenza, è rimasta nella spazzatura per 15 ore, ma ora sta bene.

 

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
jasmin 76 mesi fa

bisognerebbe fare lo stesso trattamento alla signora, darle una carezza e poi buttarla nel cassonetto!!! Non merita nessuna pietà per il gesto che ha fatto. Un povero gattino che stava per i fatti suoi maltrattato senza ragione.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).