DALL'ITALIA00:08 - 25 agosto 2010

Sta bene Marisol, sopravvissuta alla madre dopo un incidente

Lei ce l'ha fatta. Ha lottato per giorni all'Ospdale Sant'Anna di Como, e ora sta bene. Sua madre, vittima di un incidente stradale, è morta in ambulanza. Prima però, grazie a un parto cesareo, ha dato alla vita la sua piccola

di staff Style.it
<p>Sta bene Marisol, sopravvissuta alla madre dopo un incidente</p>
PHOTO FLICKR ®



Marisol ce l'ha fatta. Lei è sopravvissuta all'incidente automobilistico che ha ucciso, nella sera di martedì 17 agosto, la madre Maria Soraya Annibale, 21 anni, a Gironico, nel Comasco. La donna era incinta al nono mese e sull'ambulanza che la trasportava è morta dando però la vita, grazie a un parto cesareo, alla sua piccola.

Da quel momento Marisol ha lottato insieme ai medici dell'ospedale Sant'Anna di Como. Prima in condizioni di ipotermia, per verificare gli stimoli neurologici, poi con il respiratore artificiale che lunedì scorso le è stato staccato. Ventiquattro ore di osservazione e le condizioni sono buone.

«È una tipetta tosta. Ora è una bambina come le altre in terapia intensiva, è presto per dire se il modo drammatico in cui è nata possa avere conseguenze a livello neurologico, ma quello che ora possiamo dire - ribadiscono i medici - è che avrà un futuro».

Il nonno paterno, Salvatore Lunetta, è stato l'unico in famiglia a vederla in ospedale: «È stata la gioia più grande che Dio poteva darmi - commenta -. Nel dolore, questa è stata una grande gioia. Vederla respirare da sola, muoversi, è stato quasi come rivedere Soraya (la madre di Marisol, ndr). Lei era una ragazza splendida, solare, si dava da fare per tutti».

Oggi (25 agosto) a San Cataldo, in provincia di Caltanissetta, i funerali di mamma Soraya.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).