DAL MONDO12:30 - 30 agosto 2010

Felicità: i 7 segreti per raggiungerla secondo il Financial Times

Il quotidiano inglese rivela le regole per raggiungere la felicità. Dal denaro, agli amici fino al divorzio

di Greta Privitera
<p>Felicità: i 7 segreti per raggiungerla secondo il Financial
Times</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Sono sette le regole per essere felici,secondo il Financial Times. Il quotidiano economico-finanziario inglese ha pubblicato i trucchi per la felicità, svelati dallo psicologo Nick Powdthavee dell'Università di York.

1. Denaro. I soldi possono comprare solo piccole felicità. Più aumentano i guadagni, invece, più si è costretti a paragonarsi con persone a un livello economico superiore.

2. Amici. Gli amici valgono più di una Ferrari: vivere isolati richiederebbe, come compensazione, circa 230mila sterline all'anno.

3. Lotteria. Vincere alla lotteria non dà una felicità immediata: servono due anni per riprendersi dallo choc e godersi la vincita.

4. Disoccupazione. Perdere il lavoro rende infelici, ma il tasso di disoccupazione nel proprio Paese è alto non è così grave per l'autostima.

5. Grassi. Gli amici grassi rendono più felici di quelli magri, perché non ci fanno sentire in colpa se aumentiamo di qualche chilo. Chi ha un indice di massa corporea superiore a 30 (obeso) è infelice, ma solo se costretto a paragonarsi a persone magre.

6. Divorzio. Il divorzio può rendere felici, soprattutto se siamo noi a chiederlo. Per gli uomini l'anno peggiore è quello che precede la rottura, per le donne i due precedenti.

7. Contagio. La felicità è contagiosa: vivere nello stesso caseggiato o quartiere di persone sorridenti fa bene. Ma se la persona allegra vive o lavora con noi, le possibilità di contagio si abbassano.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).