DAL MONDO12:45 - 31 agosto 2010

Spagna, lezioni supplementari ai più bravi

Nuova proposta del ministro spagnolo dell'Educazione: corsi di potenziamento per i più bravi. Scattano le polemiche.

di Greta Privitera
<p>Spagna, lezioni supplementari ai più bravi</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Lezioni supplementari agli studenti più bravi. È questa la proposta del ministro dell'Educazione spagnolo Miguel Soler. E le polemiche non tardano ad arrivare: la paura della sinistra è che così facendo si creerebbe un'elite di piccoli geni, discriminando gli altri studenti.

L'interesse del ministero dell'Educazione spagnolo si sposta dunque sui dimenticati della scuola dell'obbligo: i primi della classe. Promette che, dal prossimo gennaio, ai migliori allievi dell'Eso, la scuola secondaria obbligatoria (che si frequenta fra i 12 e i 16 anni), saranno offerti gratuitamente corsi fuori orario di approfondimento della o delle materie nelle quali eccellono.

Secondo il ministro, di solito ci si preoccupa di sostenere chi resta indietro e non chi, invece, non ha problemi a scuola, da qui l'idea di questo programma di potenziamento. «Da noi esiste una lunga tradizione di scuol ed'eccellenza, a proposito la Ortega y Gasset e la Blas Cabrera, offrono programmi specifici e incentivi a neo diplomati particolarmente brillanti»,  informa Virginia Maqmeira D'Angelo, vicerettore della Menendez Pelayo, «ma è indispensabile formare anche la classe docente e lo staff direttivo perché questi progetti funzionino davvero».

E se a emergere fossero inevitabilmente i rampolli delle famiglie benestanti che dispongono di più strumenti? «Nella selezione si terrà conto non soltanto dei risultati scolastici, ma anche di inclinazioni, interessi, motivazione degli allievi», ha specificato Soler. «E saranno i professori a segnalare non solo, i migliori in tutte le materie, ma anche chi si distingue in una in particolare». Il rischio è che i ragazzi brillanti, ma senza mezzi finanziari, restino esclusi.

VAI ALL PAGINA DI NEWS

Gli astucci 2.0. Dieci applicazioni da avere sui banchi di scuola. (wired.it)


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).