DALL'ITALIA08:25 - 03 settembre 2010

La Gelmini: «Studenti bocciati con 50 assenze»

Linea dura del ministro dell'Istruzione che presenta le novità per il prossimo anno scolastico. Nel mirino anche scioperi e occupazioni «Non assumo i precari. Dopo il '68 il degrado». Pronta la mobilitazione nazionale

di Sara Tieni
<p>La Gelmini: «Studenti bocciati con 50 assenze»</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

A pochi giorni dall'inizio delle scuole, il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini annuncia le novità del nuovo anno scolastico. La Gelmini ha annunciato che non assumerà gli insegnanti precari. Quest'anno verrà però bandito il concorsoper 3.000 presidi.

Tetto alle assenze - Viene esteso anche alle superiori il tetto massimo delle assenze: 50 giorni in un anno. Se viene superato, scatta la bocciatura. Il collegio degli insegnanti  delle singole scuole possono stabilire deroghe , ma dovranno essere documentate. Scioperi, occupazioni e altre forme di protesta.

Aumenta il tempo pieno - Nel prossimo anno le classi che svolgeranno 40 ore settimanali, grazie all'eleminazione delle compresenze, aumenteranno di 877 unità.

Riforma delle superiori-  Da quest'anno saliranno a quattro le categorie dei licei con il via libera a «Scienze umane» e «Musicale». A questi ultimi si sono iscritti finora 1.300 ragazzi.

Alunni disabili- Nessun calo degli insegnanti di sostegno: il responsabile del ministero dell'istruzione ha annunciato che si passerà «da 90.400 posti dello scorso anno ai 93.100 di quest'anno».

Istituti tecnici superiori- Ovvero gli Its, le scuole tecniche da frequentare dopo il diploma. Il ministro ha annunciato che «ve ne saranno 20 nuovi e andranno a sostituire alcuni corsi di laurea triennali rivelatisi inutili per trovare lavoro».

VAI ALLA PAGINA DI NEWS

CHE COSA NE PENSI? DI' LA TUA

 

 

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
lorenzo 72 mesi fa

eggià @teresa Maria Calderone ... con questo ministero della DISTRUZIONE (o d'istruzione? chi lo saprà mai?) si riuscirà certamente a far capire che la scuola è una cosa seria! togliendo gli insegnanti (che quindi sono di malumore) facendo sovraffollare le classi,tagliando i fondi e limitando le assenze! così se prima per molti la scuola era solo una noia,ora è semplicemente odiosa! cade a pezzi,i professori sono stressati,le verifiche sono tantissime a causa dell'elevato numero di studenti...e in più decine di manifestazioni...Complimenti "MaryStar" ..sei riuscita a distruggere una scuola che già di per sè era molto debole!! UN APPLAUSOO!!

Facciamo capire ai nostri ragazzi,che la scuola è una cosa seria.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).