DALL'ITALIA08:40 - 05 settembre 2010

Dimessa la maestra precaria: era ricoverata causa sciopero della fame

È fuori dall'ospedale Maria Carmela Salvo, in corsia da stamane: da quattro giorni aveva scelto di non mangiare contro la riduzione delle ore voluta dal ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini

di staff Style.it
<p>Dimessa la maestra precaria: era ricoverata causa sciopero della
fame</p>
PHOTO LAPRESSE

È fuori dall'ospedale Maria Carmela Salvo, 56 anni, in corsia da stamane: da quattro giorni aveva scelto di non mangiare contro la riduzione delle ore voluta dal ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini. La maestra si era sentita male ieri sera mentre cercava di dormire nella sua utilitaria nella piazza di Maniago, in provincia di Pordenone. La Salvo, nata a Palermo, si è sentita male ieri sera mentre cercava di dormire nella sua utilitaria nella piazza di Maniago, in provincia di Pordenone. I medici l'hanno obbligata a sospendere lo sciopero.

Ieri sera, quando la Salvo ha avuto un malore, non riusciva a trovare il proprio medico, così ha chiamato il 118. I medici dell'ospedale di Maniago sono arrivati sul posto e dopo averla visitata e trovata in condizioni di grande debolezza, le hanno chiesto di seguirli per un ricovero. La maestra, come aveva annunciato, si era rifiutata di andare con loro e aveva assicurato che si sarebbe idratata al meglio «con grandi quantitativi di zucchero». Che evidentemente non sono bastati, da qui il ricovero di stamane.

La maestra precaria aveva cominciato la protesta per ottenere un incarico in qualche scuola elementare. La Salvo aveva vinto un concorso pubblico nel 1981, cinque anni fa il trasferimento dalla Sicilia a Pordenone per fare la docente precaria. Oggi, con la riforma Gelmini, il "non lavoro". «Mi sento molto depressa, si studia una vita per il lavoro in cui credi e ti ritrovi a 56 anni a dover elemosinare un posto di lavoro», dice. Solidarietà dalla comunità di Maniago, dal sindaco, dalla Cgil e dai precari della scuola. Ma lo Stato e la politica, finora ha taciuto.

 

TORNA ALLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).