DALL'ITALIA12:58 - 07 settembre 2010

Giallo di Avetrana: sul tema Sarah scriveva «voglio andarmene»

Il test attitudinale e il tema rivelano un rapporto conflittuale con la madre. «Voglio fuggire da qui. A casa litigo sempre», scriveva la ragazza

di Greta Privitera
<p>Giallo di Avetrana: sul tema Sarah scriveva «voglio
andarmene»</p>
PHOTO LAPRESSE

Ogni giorno si aggiungono particolari inquietanti sulla vicenda di Sarah Scazzi, la ragazza di 15 anni scomparsa da Avetrana il 26 agosto scorso.

E' stato esaminato il test psicoattitudinale dell'anno scorso che rivela (almeno un po') il rapporto della ragazza con la sua famiglia. Queste le domande: Che rapporto hai con tua madre? «Conflittuale». Se hai un problema personale con chi ne parli? «Con l'amico del cuore». Per me vivere ad Avetrana è: «Non vedo l'ora di andare via». Poi altre domande sulla scuola, gli amici, il tempo libero, i sogni nel cassetto. «Mi piacerebbe lavorare come cameriera sulle navi da crociera», dice la risposta che guarda il futuro. Quanti amici/amiche hai? «Più di 4», chiarisce come se quel 4 fosse un 400. Ciò che mi manca di più è: «L'affetto di mio fratello», l'amatissimo Claudio irraggiungibile perché vive e lavora in provincia di Milano. La più grande passione è: «Gli animali», rivela Sarah a quei pochi che non lo sapessero. Perché chiunque abbia avuto a che fare con lei anche solo un giorno lo sa: gli animali sono la sua felicità, la cosa, per dirla con le sue parole, nella quale «io e mia madre siamo uguali».

Le insoddisfazioni e i tormenti dell'adolescenza, la ritrosia a rispettare le regole, tipica dei suoi 15 anni, e le piccole-grandi incomprensioni quotidiane, hanno compromesso il rapporto madre-figlia. Almeno così sembra a leggere il tema «La mia famiglia e io», pubblicato ieri sul sito del Tgcom. «Non vado molto d'accordo con i miei genitori - scriveva qualche mese fa la ragazzina scomparsa dal 26 agosto -, specialmente con mia madre che si chiama Concetta e ha circa 49 anni. Ci litigo ogni giorno, anche per stupidaggini. Ma su una cosa siamo uguali: tutte e due amiamo molto gli animali. Infatti abbiamo un cane e sei gatti: tre stanno a casa ad Avetrana e tre a casa al mare».

In un altro passaggio del compito Sarah racconta che «mia madre è molto fredda, forse perché è stata adottata da mio nonno Cosimino. Lui mi raccontava sempre delle storielle quando ero più piccola, ma con il passare degli anni ha perso questa abitudine. Mio padre si chiama Giacomo. Ha circa 54 anni e vive a Milano ma scende qui ad Avetrana ad ogni festa. Lui è tutto l'opposto di mia madre. Poi c'è mio fratello Claudio (...) Io sono molto attaccata a lui perché mi ascolta sempre e mi dà dei buoni consigli. (...) Con mio fratello sono molto dolce. Mia madre è testimone di Geova perciò non vuole che io faccia religione a scuola. Il mio sogno è comprare una grandissima casa e portarci dentro tutti gli animali abbandonati per le strade perché mi dispiace vederli così».

>> SARAH SCAZZI, SI CERCA SU FACEBOOK

>> SARAH SCAZZI, SI INDAGA SU UN'EREDITA'

>> SARAH SCAZZI, SI IPOTIZZA LA FUGA

>> SARAH SCAZZI, SI CERCA UN RAGAZZO

>> SARAH SCAZZI, TROVATO TESTIMONE CHE L'HA VISTA PER ULTIMO

SARAH, L'APPELLO DELLA MADRE

 

TORNA ALLA PAGINA DELLE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).