DAL MONDO12:37 - 12 settembre 2010

Muore a 80 anni Claude Chabrol

Il resgista francese si è spento a Parigi. La notizia è stata data dal Comune della capitale francese. Era uno dei maestri del cinema di tutti i tempi. Fondatore della Nouvelle Vague.

di Paola Jacobbi
<p>Muore a 80 anni Claude Chabrol</p>
PHOTO LAPRESSE

E' morto stamane a Parigi Claude Chabrol, 80 anni, uno dei maestri del cinema francese e tra i più prolifici: il suo ultimo film, interpretato da Gerard Depardieu, "Bellamy" è  dell'anno scorso.

Come  per gli altri "ragazzi" della Nouvelle Vague, l'idea di cinema di Chabrol partiva dalla venerazione per Alfred Hitchcok e le atmosfere di polizieschi e noir, con particolare attenzione ai personaggi femminili.
Ma, a differenza, per esempio, di François Truffaut che amava raccontare le donne come oggetto d'amore e desiderio, Chabrol ne ha spesso raccontato il lato oscuro, tracciando ritratti di femmine folli, spaventose, gelide assassine bestemmiatrici.

Tra i suoi capolavori "Un affare di donne, su una "mammana" collaborazionista e "Violette Nozière" la storia di una donna che uccise i genitori, entrambi ispirati a fatti di cronaca seguitissimi in Francia. In entrambi i casi, la protagonista scelta da Chabrol fu la pluripremiata Isabelle Huppert, il cui volto è parte integrante del miglior cinema di questo autore, della sua capacità di raccontare il Male con il volto di una donna. Tra le molte collaborazioni, anche il magnifico noir:  "Il buio della mente", tratto da un romanzo di Ruth Rendell, che partecipò  alla Mostra di Venezia del 1995 e Huppert , nel ruolo della governante analfabeta che ammazza l'intera famiglia per cui lavora, vinse una meritatissima  Coppa Volpi in coppia con l'altra interprete del film,  Sandrine Bonnaire. 

Se sullo schermo la miglior compagna di Chabrol è stata Huppert, nella vita il regista si è sposato tre volte. La seconda moglie è stata l'attrice Stéphane Audran, protagonista di un suo film passionale e malinconico: "La femme infidèle", (in italiano Stephane, una moglie infedele), ammiratissimo archetipo di film sul tema del tradimento, al punto che ne venne fatto un remake nel 2002, da titolo Unfaithful (L'amore infedele) con Diane Lane e Richard Gere.

GUARDA LO SPECIALE MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

Fonte[ Vanity Fair ]

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).