DALL'ITALIA11:03 - 12 settembre 2010

È morto il giornalista Pietro Calabrese

Da tempo malato, a 66 anni si è spento questa mattina a Roma alla Clinica Paideia, l'ex direttore del Messaggero e della Gazzetta dello Sport

di staff Style.it
<p>È morto il giornalista Pietro Calabrese</p>
PHOTO LAPRESSE

Pietro Calabrese, 66 anni, giornalista e già direttore del Messaggero, della Gazzetta della Sport e di numerosi periodici, è morto questa mattina a Roma alla Clinica Paideia, dopo una lunga malattia.

Calabrese era una delle figure di spicco dell'editoria italiana. Nato a Roma l'8 maggio 1944  aveva cominciato la sua lunga carriera all'ANSA. Ha parlato della sua malattia tutte le settimane in una rubrica sul Magazine del Corriere della sera, impersonado, con ironia e sarcasmo, Gino. Prima di morire ha dato alle stampe L'albero dei mille anni (esce il 29 settembre per Rizzoli).

Laureato in giurisprudenza Calabrese era giornalista professionista dal 1974. Corrispondente da Parigi prima per l'Ansa e poi per il Messaggero, quotidiano che ha poi diretto dal giugno del 1996 fino alla nomina in Rai nel 1999, come direttore della Divisione tv canale 3 e offerte collegate della Rai. È stato responsabile delle pagine cultura e spettacoli dell' Espresso.  Nel 2001 diventa direttore di Capital (Rcs), ma nel 2002 gli viene affidata la guida della Gazzetta dello Sport. Si dimettera' dopo due anni per passare alla direzione di Panorama, che lascia poi nel 2007 a Maurizio Belpietro.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
anita v. 72 mesi fa

non avevo capito che gino era in realtà pietro. ogni settimana mi precipitavo a scoprire come procedeva la malattia di gino. sono rimasta di sasso oggi e mi sono commossa ...molto. bravissimo uomo , direi grande , nella drammaticità della situazione, per come ha dato sollievo ai malati di cancro ( in coincidenza con un mio amico , Gino anche lui, che ha scoperto la medesima malattia in contemporanea con Pietro-Gino e che è deceduto il 21 Maggio a 59 anni) condoglianze sentite ai familiari in quanto perdono un uomo decisamente di valore. mi mancherà moltissimo leggere il suo scritto ogni settimana. anita v. isernia

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).