DAL MONDO12:53 - 20 settembre 2010

Svezia, svolta a estrema destra

Entra in parlamento un partito xenofobo

di Sara Tieni
<p>Svezia, svolta a estrema destra</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Svolta politica in Svezia con ingresso in Parlamento, per la prima volta, dell'estrema destra xenofoba. I «Democratici di Svezia» di Jimmi Akesson, con circa il 5,7% dei voti, hanno superato la soglia necessaria (4%) a conquistare seggi, e ne hanno ottenuti 20.

La coalizione di centrodestra guidata dal primo ministro svedese Frederik Reinfeldt (nella foto) invece, ha vinto le elezioni politiche di ieri, senza però raggiungere la maggioranza assoluta necessaria a formare da sola un nuovo governo.

In base ai risultati quasi definitivi dello spoglio (il 98% delle circoscrizioni), l'Alleanza di quattro partiti guidata da Reinfeldt ha ottenuto circa il 49,2% e 172 dei 349 seggi del Parlamento, e un suo secondo mandato sarebbe un'altra prima assoluta in un secolo di storia del Paese scandinavo, in cui i socialdemocratici hanno dominato la scena politica per 80 anni. Reinfeldt, parlando ai sostenitori in nottata, ha detto che cercherà l'appoggio dei Verdi e ribadito che non intende allearsi con l'estrema destra.

Sconfitto il centrosinistra, che puntava su una donna, la socialdemocratica Mona Sahlin, per recuperare il primato perduto quattro anni fa e che si è fermato al 43,6% circa dei suffragi e ottiene 157 seggi.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).