DALL'ITALIA08:58 - 23 settembre 2010

Muore dopo il parto di tre gemelli, il marito denuncia i medici

E' successo all'ospedale Buzzi di Milano. La donna, 37 anni, aveva appena concepito i neonati avuti grazie alla fecondazione assistita. Loro stanno bene

di Lavinia Farnese
<p>Muore dopo il parto di tre gemelli, il marito denuncia i
medici</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

E' morta a 37 anni, per un'emorragia e una crisi cardiaca, appena dati alla luce, con parto cesareo, tre gemelli avuti grazie alla fecondazione assistita. I neonati stanno bene. Il padre, 40 anni, non si è accontentato invece delle motivazioni di Antonio Bonaldi, direttore dell'ospedale, il Buzzi di Milano, «la donna è morta per complicanze post partum», e ha denunciato tutto alla polizia. E' stata disposta l'autopsia e il sequestro della cartella clinica. Ed è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo, a carico di ignoti. Ignote sono certo ancora le cause del decesso: l'intervento, di routine, era stato programmato in anticipo, perché la gravidanza non era delle più facili. Raccontato sconcertato il direttore: «E' inspiegabile, la struttura era pronta e, durante l'intervento, erano presenti professionisti che hanno gestito il caso con la massima competenza, d'altronde la nostra ostetricia è collegata con l'Università». Diverso il parere del marito della donna: «Per farla partorire hanno aspettato fino alla 34esima settimana, quando poteva già partorire alla 28esima. Si potevano accorgere che la sua pancia era così grande».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).