DALL'ITALIA13:09 - 16 settembre 2010

Disoccupazione record: un ragazzo su 4 è senza lavoro

La disoccupazione in Italia torna a salire: il tasso nel secondo trimestre del 2010 è all'8,5%. Lo fa sapere l'Istat aggiungendo che si tratta dal livello più alto dal terzo trimestre del 2003. Preoccupa soprattutto quello della disoccupazione giovanile (15-24 anni) che nel secondo trimestre del 2010 è salito al 27,9% (si tratta del dato più alto dal secondo trimestre del 1999)

di Greta Privitera
<p>Disoccupazione record: un ragazzo su 4 è senza lavoro</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Disoccupazione a livelli record: il tasso nel secondo trimestre del 2010 è salito all'8,5%. Lo comunica l'Istat aggiungendo che si tratta dal livello più alto dal terzo trimestre del 2003.

Un altro record lo raggiunge il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) nel secondo trimestre del 2010 è salito al 27,9%, si tratta del dato più alto dal secondo trimestre del 1999. Ovvero, oltre un giovane su quattro oggi in Italia è disoccupato.

«Ad aprile-giugno», comunica l'Istat, «il numero delle persone in cerca di lavoro raggiunge quota 2,136 milioni, con un aumento dell'1,1% rispetto al primo trimestre (+24mila persone) e del 13,8% su base annua». Era dal secondo trimestre del 2001 che non si raggiungeva un livello così alto di disoccupati.

Prosegue la forte riduzione degli occupati italiani (-257.000 uomini, pari al -2%; -108.000 donne, pari al -1,3%) a fronte di un nuovo significativo incremento degli stranieri (+85.000 uomini e +86.000 donne). A livello territoriale, alla riduzione del Nord (-0,9%, pari a -114.000 unità) e del Mezzogiorno (-1,4%, pari a -88.000) si accompagna la sostanziale stabilità del Centro.

Il tasso di occupazione degli uomini tra i 15 e i 64 anni scende, nel secondo trimestre 2010, al 68% (-1,1 punti percentuali su base annua), quello delle donne al 46,5 per cento (-0,3 punti percentuali). Dal primo trimestre del 2009, e nonostante la crescita del numero di occupati, il tasso di occupazione degli stranieri continua a ridursi, posizionandosi al 63,6% (65,2% nel secondo trimestre 2009). Per gli stranieri, l'indicatore si attesta al 76,1% tra gli uomini (78,4% nel secondo trimestre 2009) e al 52,1% tra le donne (52,7% nel secondo trimestre 2009).

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).