DAL MONDO16:08 - 26 settembre 2010

Spagna, l'Eta disposta a deporre le armi

Lo affermano due esponenti dell'organizzazione in un'intervista a Gara. Il giornale indipendentista basco ha diffuso stralci sull'intenzione di chiudere le ostilità.«L'obiettivo è risolvere in modo democratico il conflitto politico, rimarginare una ferita per sempre»

di staff Style.it
<p>Spagna, l'Eta disposta a deporre le armi</p>

L'Eta si dice «disponibile a un cessate il fuoco permanente e verificabile, e anche ad andare più lontano se le condizioni lo permetteranno». Questo dicono due esponenti dell'organizzazione in un'intervista a Gara. Il giornale indipendentista basco (nell'immagine, la versione on line) scrive della fine delle ostilità legata al dialogo e ai negoziati. L'intervista è stata realizzata prima che Batasuna, braccio politico dell'Eta, e altre organizzazioni indipendentiste chiedessero all'organizzazione terrorista «un cessate il fuoco permanente, unilaterale e verificabile dalla comunità internazionale come espressione della volontà di un effettivo abbandono della lotta armata». Su Gara si legge: «L'obiettivo è risolvere in modo democratico il conflitto politico, chiudere una ferita per sempre. Per questo siamo tutti obbligati ad agire con responsabilità». Già venti giorni fa l'Eta aveva annunciato la volontà di un cessate il fuoco. In quel caso, però non era chiaro se si trattava di una tregua temporanea o permanente tanto che sia il governo di Madrid che quello basco avevano definito l'annuncio «insufficiente e ambiguo».

 

TORNA ALLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).