DAL MONDO10:57 - 26 settembre 2010

Afghanistan, hanno giurato le prime 29 soldatesse

Le donne hanno superato il corso di addestramento e ora appartengono a tutti gli all'esercito afghano che, dagli anni '80, aveva escluso il sesso femminile dai propri ranghi. «Serviremo il nostro Paese», hanno urlato all'unisono al culmine della cerimonia

di Angelo Sarasi
<p>Afghanistan, hanno giurato le prime 29 soldatesse</p>
PHOTO YURI KOZYREV - NOOR

Portano il velo sotto il cappello, ma l'uniforme è quella tipica militare. Ecco le prime 29 donne che hanno superato il corso di addestramento e ora sono a tutti gli effetti soldatesse dell'esercito afghano che, dagli anni '80, aveva escluso il sesso femminile dai propri ranghi. «Serviremo l'Afghanistan» hanno urlato all'unisono al culmine della cerimonia che, dopo 20 settimane di corso tenuto dall'esercito americano, ha portato all'assegnazione del certificato con tanto di gradi e mostrine. Nell'arco di tre anni, queste donne insieme ai colleghi maschi dovranno essere in grado di gestire da soli i compiti di polizia all'interno del Paese. In una società piena di tabù tribali e religiosi, la presenza  di un gruppo di soldatesse assume una importanza storica. Per ora sono solo 29, ma nei piani dell'esercito dovranno costituire il 10% dei 300 mila militari previsti. Tutte le etnie sono rappresentate: Tajike, Hazara, Pashtun. «È uno dei giorni più belli della mia vita», ha dichiarato Jamila Amiri, 29 anni, madre di cinque figli, originaria della provincia di Parwan. «All'inizio provavamo timore e anche un po' di vergogna, ma questa è un'opportunità troppo grande per me e tutto l'Afghanistan».


TORNA ALLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).