DAL MONDO08:33 - 27 settembre 2010

In Svizzera la banca del cordone ombelicale delle star

A Lugano, ci sono istituti che con poco più di 2000 euro promettono di proteggere il cordone ombelicale degli italiani d'oltre confine.

di staff Style.it
<p>In Svizzera la banca del cordone ombelicale delle star</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Il cordone ombelicale finisce in cassetta di sicurezza. Non per ricordo ovviamente, ma come fonte futura per l'estrazione di preziose cellule staminali, fondamemtali nella cura delle malattie degenerative. Nei caveau delle banche svizzere c'è veramente ogni forma di tesoro. Ci sono istituti nei pressi di Lugano che con poco più di 2.000 euro promettono di proteggere il cordone ombelicale degli italiani d'oltre confine.

Il Cardiocentro, la clinica che si è gudaganata una certa fama per aver salvato la vita al leader della Lega Nord, Umberto Bossi dopo l'ictus, fa sapere che al suo interno si troverebbe una Stells Stem Cells Bank, ovvero una banca del cordone ombelicale delle star. È lì che Monica Bellucci e Vincent Cassel avrebbero lasciato il cordone delle loro figlie, in compagnia di quello di Angelina Jolie e Brad Pitt e del presidente della Fiat John Elkann e la moglie Lavinia Borromeo. Violazione della privacy? Bufala per farsi pubblicità?

Sta di fatto che la notizia molto suggestiva rimbalza dalla Svizzera senza smentite. E il fatto che le «banche del cordone registrino circa 500 depositi l'anno ad istituto da parte di cittadini italiani, lascia aperta ogni possibilità.

>>Leggi l'intervista a Silvia Toffanin che parla del cordone ombelicale

>> VUOI SAPERNE DI PIÙ DELLA VITA DELLE CELEBRITIES? GUARDA LIFESTAR


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
rosa 74 mesi fa

condivido donare le cellule è importantissimo io mi sono rivolta a Inscientiafides di san marino http://www.inscientiafides.com

elena 75 mesi fa

io ho donato quello del mio bambino..e lo faro'anche con questa/o che sto aspettando!...

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).