DALL'ITALIA12:46 - 29 settembre 2010

Bergamo, bambina nasce invalida per lite tra medici

E' successo agli Ospedali Riuniti a gennaio. Solo adesso, però, parla il padre, che denuncia il caso. La moglie, per le lesioni riportate all'utero, non potrà più avere figli

di Lavinia Farnese
<p>Bergamo, bambina nasce invalida per lite tra medici</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Due dottoresse litigano in sala parto, presumibilmente sul fare o meno il taglio cesareo. E la bambina nasce cieca, invalida, con un handicap del cento per cento. E la madre non potrà avere altri figli, per le lesioni riportate all'utero, lacerato. Caso di malasanità successo agli Ospedali Riuniti di Bergamo, a gennaio. Racconta però solo adesso il padre della piccola, Saimir Zekaj, 38 anni, operaio albanese che da 16 anni vive in Italia e lavora all'inceneritore di Dalmine, la moglie, Albana, 31 anni, che aveva avuto una gravidanza tranquilla, sarebbe stata lasciata per due giorni in sala travaglio. Aveva dolori molto forti. Samanta, al momento della nascita, non pesava tre chili e ottocento grammi, come dicevano le visite, ma quattro chili e mezzo. La nutrono con un sondino nell'addome, le aspirano il muco, che altrimenti la soffoca, perché non riesce a deglutire.
La famiglia ha fatto causa. E' stata aperta un'indagine.

 

TORNA ALLE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).