DAL MONDO15:32 - 30 settembre 2010

Budapest, un'italiana tra le concorrenti di Miss Mafia

Non solo 90, 60, 90. A Miss Mafia le canoniche misure simbolo della donna perfetta non sono gli unici requisiti necessari, serve anche la fedina penale sporca. Sono queste le caratteristiche per partecipare al concorso di bellezza di Budapest. Chi vince porta a casa un'autovettura, un appartamento a Budapest o una somma in denaro.

di Greta Privitera
<p>Budapest, un'italiana tra le concorrenti di Miss Mafia</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Non solo 90, 60, 90. A Miss Mafia le canoniche misure simbolo della donna perfetta non sono gli unici requisiti necessari: serve anche la fedina penale sporca. Sono queste le caratteristiche per partecipare al concorso di bellezza di Budapest. Chi vince porta a casa un'autovettura, un appartamento o una somma in denaro. Per essere ammesse, le miss devono avere alle spalle condanne penali e collegamenti con la criminalità organizzata.

Secondo il Quotidiano di Calabria tra le concorrenti ci sarebbe anche un'italiana, Anna B. «Sarei molto contenta se potessi diventare Miss Mafia», dice la ragazza, mora, 1,67 di altezza per 56 chili, hostess con l'hobby della cucina, che si è presentata al concorso con una foto con pistola in pugno e autoreggenti. 

Le aspiranti miss hanno dovuto inviare, oltre a quattro foto, la propria fedina penale per testimoniare il proprio passato criminale. I dati anagrafici, così come i precedenti penali, non vengono resi pubblici, ma sono necessari per l'ammissione al concorso la cui finale è in programma a ottobre in una data ancora da stabilire.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).