DALL'ITALIA10:11 - 30 settembre 2010

Gli chiudono arteria sbagliata: muore dopo 36 giorni e 6 operazioni

La vittima, un 52enne affetto da tumore a un rene, era ricoverato presso l’ospedale San Pietro-Fatebenfratelli di Roma. Nel corso dell’ultima operazione gli sarebbe stata chiusa l’arteria sbagliata, che gli avrebbe procurato una necrosi irreversibile rivelatasi fatale. L'uomo è morto il 23 settembre, sul caso sta indagandola Procura

di staff Style.it
<p>Gli chiudono arteria sbagliata: muore dopo 36 giorni e 6
operazioni</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

È morto il 23 settembre dopo 36 giorni di agonia in seguito a un intervento non riuscito, un 52enne affetto da tumore a un rene e ricoverato presso l'ospedale San Pietro-Fatebenfratelli di Roma. Per tentare di salvarlo, l'uomo è stato sottoposto a ben sei interventi, ma nel corso dell'ultima operazione gli sarebbe stata chiusa l'arteria sbagliata, che gli avrebbe procurato una necrosi irreversibile rivelatasi fatale. La procura di Roma ha aperto un'indagine contro ignoti per omicidio colposo.

«La necrosi è stata provocata dall'incredibile quanto ingiustificabile chiusura dell'arteria mesenterica superiore, assolutamente estranea ad una simile azione chirurgica che interessa esclusivamente l'arteria renale»: questo il referto dell'autopsia sul corpo del paziente disposta dal pm Paola Filippi dopo che i familiari hanno presentato denuncia alla Procura.

«Il paziente è stato seguito con competenza e continuità per tutto il decorso della degenza in ospedale, da equipe medica e infermieristica qualificata e di elevata esperienza nell'ambito del dipartimento di chirurgia e dell'unità operativa di rianimazione», ha reso noto l'ospedale in un comunicato stampa.

In attesa che la magistratura accerti eventuali responsabilità, la Regine Lazio ha già attivato una sua commissione sul caso, come ha comunicato la presidente Renata Polverini.

COME POSSONO SUCCEDERE QUESTE COSE? COMMENTA

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).