DAL MONDO15:45 - 03 ottobre 2010

Usa, arriva il facebook per i carcerati

Sono già 5.600 i detenuti iscritti a WriteAPrisoner.com, una sorta di facebook carcerario che consente alle pesone fuori dalle prigioni di comunicare e scambiarsi l'amicizia con chi è invece costretto a vivere dietro le sbarre.

di Angelo Sarasi

Sono già 5.600 i detenuti iscritti a WriteAPrisoner.com, una sorta di facebook carcerario che consente alle pesone fuori dalle prigioni di comunicare e scambiarsi l'amicizia con chi è invece costretto a  vivere dietro le sbarre.

Questo social netork molto speciale è considerato dagli psicologi americani un ottimo sistema per vincere l'isolamento nel quale si trova una popolazione carceria che negli Usa consta di 2, 3 milioni di persone, ed è cresciuta in 30 anni del 300%.

I prigionieri sul portale WriteAprisoner.com pubblicano il profilo personale, le fotografie le informazioni su come stringere eventualmente amicizia. Sentendosi così meno soli. Tra gli iscritti vi sono 800 condannati a morte, tra cui 100 che aspettano il turno per l'esecuzione. Tre sono donne.  Kerry Dalton, californiana di 45 anni, in carcere per omicidio, è molto cliccata.

Tutti possono comunicare attraverso questo social network, usato anche da giudici, avvocati, amici e parenti. Ci sono però regole precise: non si possono inviare più di 5 mail al giorno, e il contenuto viene letto dagli agenti di sicurezza.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).