DALL'ITALIA10:34 - 05 ottobre 2010

"Banale influenza". Ma è setticemia, muore a 22 anni

Un banale intervento per asportare una cisti al coccige. Ma Antonella Mansueto, 22 anni, studentessa di Farmacia del barese, è morta tre mesi dopo per un'infezione, scambiata per una banale influenza. I medici le avevano amputato gambe e dita delle mani nell'estremo tentativo di salvarla.

di staff Style.it
<p>"Banale influenza". Ma è setticemia, muore a 22 anni</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

E' morta per uno choc settico, causato da un'infezione. Ma prima di morire, Antonella Mansueto, 22 anni, studentessa in Farmacia di Noci, nel barese, è stata mutilata fino all'ultimo.

Andiamo con ordine. Il 4 dicembre 2009 Antonella viene ricoverata all'ospedale di Putignano (Bari) per un banae intervento a una cisti al coccige. Tutto ok, dicono i dottori, torni per il ciclo di medicazioni. Finlo a quando, durante una di queste, un dottore osserva una ferita che non lo convince e consiglia ad Antonella di rivolgersi a Sebastiano Calò, il chirurgo che l'aveva operata. Ma il chirugo dice che il suo operato è stato perfetto, e non va messo in discussione.

Due mesi dopo le condizioni della ragazza peggiorano: la febbre è arrivata a 42. Arriva il medico di guardia, che assicura: si tratta di influenza. Sbagliato. In realtà Antonella ha la setticemia, un'infezione che peggiora molto rapidamente. All'alba del giorno dopo viene trasportata all'ospedale di Noci. Dopo 6 ore di anticamera, arriva la diagnosi: Antonella ha una setticemia diffusa.

Ma è troppo tardi. A nulla vale l'amputazione delle dita delle mani e dei piedi. Il 26 marzo Antonella Mansueto si spegne per una «cancrena conseguente a una trombosi arteriosa per choc settico».

Ora la famiglia ha presentato un esposto alla Procura di Bari. In allegato, tanto di perizie che dimostrano come la ragazza avrebbe potuto continuare a vuvenre se l'infezione fosse stata diagnosticata in tempo.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).